NewsC come… Crash Coockie Cache
Crash Coockie Cache

C come… Crash Coockie Cache

Eccoci al nostro terzo appuntamento con la rubrica web-sario: oggi ci focalizzaremo sulla lettera di  C. Partiamo da alcuni esempi che ritraggono spezzoni di vita quotidiana d’ufficio.

 

T’hanno bucato il sito? Ti è crashato il sito?

Questa è una di quelle situazioni spiacevoli, – ma tanto spiacevoli! – in cui il web master inizia a sudare freddo (panico a go go) per poi passare ad uno stato di crescente disperazione. In tecnichese il termine crash indica infatti una situazione di “blocco/terminazione improvvisa” e può essere associato anche ad altri aspetti informatici. Sarà capitato anche a voi di assistere alla chiusura improvvisa di un programma, che, in quel momento, state utilizzando: ecco, questo è l’esempio tipico di programma crashato!

 

Altra situazione che molto probabilmente sarà capitata anche a voi: volete consultare un sito, ma una volta aperta la pagina web, appare la scritta “errore 404, page not found”. Questo un altro esempio di sito web crashato e quindi non più accessibile!

 

Cosa fare in questi casi? Come procedere? Ecco alcuni suggerimenti utili.

 

1) Nel caso di un programma che si spegne inaspettatamente, non potete far altro che riavviare il programma:

 

– se il ”riprogramma” fa i capricci verificate se ci siano aggiornamenti da installare. Se il problema persiste, allora richiedete l’assistenza di un tecnico, che individuerà la soluzione ottimale al vostro problema;

– se tutto funziona vuol dire che il software ha preso solo una “sbandata” momentanea. Se ti sei ricordato di salvare man mano il tuo lavoro, riprenderai dall’ultimo salvataggio, altrimenti se non hai fatto questo passaggio, la probabilità che il tuo progetto sia andato perso è molto alta, a meno che tu stia utilizzando uno di quei pochi programmi, la cui memoria interna “riprenda” la tavola di lavoro, dal momento appena prima del crash.

 

In qualsiasi caso, tutto questo sarà servito da lezione, una lezione importante: la tecnologia si evolve velocemente, ma non è esente da inceppi e quindi, attenzione…SALVATE SEMPRE IL FOGLIO DI LAVORO!

 

2) Nel caso di una pagina web i consigli sono due:

 

– se la pagina web è di proprietà di un estraneo, è necessario attendere che il sito venga ripristinato;

– nel caso in cui la pagina web sia di tua proprietà, non resta che contattare il tecnico, il quale saprà senz’altro risolvere questa spiacevole inconveniente.

 

In entrambi i casi si tratta di situazioni di disagio momentaneo, per le quali si troverà sicuramente una soluzione: quindi niente panico!

 

Per procedere con la navigazione del sito web è necessario accettare i Cookie

Cookie è una parola che si scrive esattamente come i famosi e gustosissimi biscotti inglesi, ma che non ha nulla a che vedere con queste delizie! E proprio nella lontana Inghilterra del 1948, George Orwell scrisse “The big brother is watching you”, libro ispirato a un fumetto intitolato “1984”, immaginando un mondo controllato da un’entità che “dall’alto supervisionasse tutto: a mio modesto avviso, ci aveva visto lungo.

 

Il mondo di internet, si sa, è un grande incubatore dove è difficile tutelare i propri dati personali. I cookie sono infatti piccoli file che inviati al terminale utilizzato per la visita di un sito web, registrano tutti i movimenti che l’utente fa mentre visiona la pagina web: monitora la navigazione, raccogliere dati su gusti, abitudini, scelte personali che consentono di costruire profili dettagliati dei  consumatori.

 

Le informazioni raccolte sui siti visitati servono per realizzare pubblicità mirate da inviare all’utente oppure per fini statistici.

Il Garante per la protezione dei dati personali ha deciso di tutelare l’utente che naviga nel mondo di internet attraverso un provvedimento generale pubblicato sulla Gazzetta ufficiale“Individuazione delle modalità semplificate per l´informativa e l´acquisizione del consenso per l´uso dei cookie – 8 maggio 2014(Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014) “ – provvedimento in materia di cookie dell´8 maggio 2014., adottato al termine di una consultazione pubblica, in cui ha individuato modalità semplificate per dotare gli utenti di un’informativa online sull´uso dei cookie e ha fornito indicazioni precise per l’acquisizione del consenso, nei casi in cui la legge lo richieda.

 

Il Garante ha dunque stabilito che, in tutti i casi in cui si acceda alla home page o ad un´altra pagina di un sito web, compaia immediatamente un banner ben visibile, in cui sia indicato chiaramente:

 

1) che il sito utilizza cookie di profilazione per inviare messaggi pubblicitari mirati;

2) che il sito consente anche l´invio di cookie di “terze parti“, ossia di cookie installati da un sito diverso tramite la pagina web che si sta visitando;

3) un link che rimanda ad un’informativa più ampia, con le  indicazioni sull´uso dei cookie inviati dal sito, dove è possibile negare il consenso alla loro installazione direttamente o collegandosi ai vari siti nel caso dei cookie di “terze parti”;

4) l´indicazione che, proseguendo nella navigazione (ad es., accedendo ad un´altra area del sito o selezionando un´immagine o un link) si presta il consenso all´uso dei cookie.

Tutto questo ha lo scopo di proteggere la privacy degli utenti e di permettere loro di fare scelte più consapevoli, di tutelare gli utenti da profilazioni a loro insaputa basate sui loro comportamenti in rete.

E il tuo sito web è in regola? Se hai bisogno di una consulenza, contattaci!

 

– Non visualizzo in modo corretto le utlime modifiche effettuate sul sito!

– Hai svuotato la Cache?

Spesso il tuo browser non riproduce correttamente le pagine dei siti Internet che visiti, perché visualizza delle versioni non aggiornate di queste? Il programma utilizza infatti una memoria per conservare i dati dei siti Internet e velocizzare il caricamento delle pagine. La soluzione a questo problema, molto comune, è più facile di quel che sembra: è necessario svuotare la cache del browser costringendo così il programma a scaricare le versioni più aggiornate dei siti Internet visitati.

Cosa fare per cancellare la cache del tuo browser?

Che tu stia utilizzando un pc, uno smartphone oppure un tablet, il tuo browser avrà senz’altro delle impostazioni che una volta cliccate ti permetteranno di accedere agli strumenti del browser, dove potrai trovare  la voce dedicata a “cancella i dati di navigazione”.

ATTENZIONE: molto probabilmente si aprirà una finestra dove potrai selezionare quali dati cancellare, quello che interessa a noi è “Immagini e file memorizzati nella cache” (nel video allegato potrete vedere come fare utilizzando un computer  fisso e come browser di navigazione Google Chrome).

 

Non ti resta che ricaricare la pagina, vedrai che adesso la visualizzazione sarà aggiornata!

 

Ti abbiamo convinto?

Mettiamoci in contatto!

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. In tincidunt, nulla gravida viverra. Nullam commodo condimentum purus eu sit amet, consectetur adipiscing elit. In tincidunt, nulla gravida viverra. Nullam commodo condimentum purus eu.

    Sede principale

    Sede legale

    Casalecchio di Reno - Bologna