20/04/2022
COMUNICAZIONE - WEB

Professionisti, imprese o grandi e-commerce: creare contenuti di valore e pubblicarli su un blog aziendale è ancora oggi una carta vincente per qualunque tipologia di business. Ogni sito web può essere infatti arricchito dall’integrazione con un blog, da tenere costantemente aggiornato con articoli informativi, interessanti e coinvolgenti per l’utente target.

Tra i numerosi vantaggi della creazione di un blog c’è in primis la sua capacità di favorire il posizionamento del sito web sui motori di ricerca. Grazie a una SEO ben curata è possibile infatti conquistare la vetta della SERP e rafforzare inoltre la visibilità del tuo brand. Ma scrivere articoli è anche un’ottima tattica per instaurare una relazione più diretta con i tuoi clienti, educando i potenziali lead e fidelizzando i contatti già acquisiti. Inoltre, grazie a piccoli trucchi come l’inserimento di Call To Actions mirate è possibile anche trasformare il blog in uno strumento di conversione con effetto diretto sulle vendite.

All’interno del team CommunicAction sono presenti copywriters professionisti,
figure che ci consentono di occuparci della creazione di contenuti sia per il nostro blog aziendale sia per quelli dei nostri clienti: un’attività essenziale per incrementare le performances digitali e sinergica inoltre a numerose altre strategie di marketing

Una volta compresa l’importanza di questo asset sorge però spontanea una domanda: come scrivere un articolo che sia efficace e realmente interessante, sia per i lettori che per i motori di ricerca? Ecco qualche indispensabile suggerimento! 

9 consigli per realizzare un blog post perfetto

Produrre contenuti testuali per il web richiede due set di skills. Innanzitutto, è necessaria un’abbondante dose di creatività, per trovare argomenti dal forte appeal e costruire testi dal potere magnetico. In secondo luogo, servono tecnica e competenze digitali: la scrittura per il web ha infatti regole particolari, che bisogna conoscere e rispettare per soddisfare le aspettative sia di Google e affini, sia degli utenti che surfano il web. 

Ti proponiamo nove strategie per la scrittura dei tuoi articoli di blog che renderanno decisamente meno spaventosa la temuta pagina bianca sullo schermo.

1. Scegli gli argomenti e la struttura del blog post

Il primo step per la stesura di un articolo è ovviamente la scelta del topic da trattare. Se il tuo blog parla della tua azienda o della tua professione, probabilmente non avrai difficoltà a reperire e selezionare i migliori argomenti di cui parlare, ma ci sono numerosi strumenti online che ti permettono di individuare i temi più “caldi” in base al settore, alla stagione o alla zona geografica in cui operi, uno su tutti Google Trends. 

Una volta scelto il tema, è essenziale capire esattamente come desideri trattarlo e quali informazioni vuoi trasmettere ai tuoi utenti. Una fase di pianificazione del testo è importante per avere le idee chiare ancor prima di buttare giù le prime parole nero su bianco. Crea una scaletta degli argomenti che prevedi di trattare e ordinali dando loro un filo logico, in modo da accompagnare il lettore lungo un percorso immaginario che lo conduca alla scoperta dell’argomento.

2. Ricerca e verifica le tue fonti

Un’attenta fase di ricerca è imprescindibile se vuoi produrre un testo di valore. Se tratti temi a te familiari può darsi che non ti serva informarti sull’argomento, ma anche in questo caso è sempre bene raccogliere le idee e controllare con attenzione tutti i dati o le notizie che citerai nel tuo blog post.

Nel caso invece tu non sia estremamente ferrato sul topic dell’articolo, prevedi un’approfondita fase di ricerca e di verifica delle informazioni. Online oggi è possibile apprendere pressoché qualsiasi tipo di nozione, ma non sempre i siti a cui ci si rivolge sono autorevoli o veritieri. È estremamente importante quindi confrontare più fonti di settore e accertarti che i messaggi che veicolerai al tuo pubblico siano corretti e affidabili. 

La responsabilità di ciò che pubblichi infatti sarà solamente tua e un errore in questo senso può costarti caro in termini di credibilità

3. Dai un obiettivo al tuo articolo

Ogni blog post che pubblichi dovrebbe avere un’utilità concreta per la tua audience di potenziali lettori. Quando gli utenti navigano in rete possono essere alla ricerca
di semplici informazioni nell’ambito del settore in cui sei attivo, oppure pienamente intenzionati all’acquisto di specifici prodotti. Potrebbero anche essere già stati incuriositi dalla tua offerta e trovarsi quindi in una fase del funnel di vendita decisiva per chiudere la transazione. 

Quando scrivi, mettiti sempre dal punto di vista dei tuoi lettori e cerca di costruire testi che abbiano un obiettivo ben specifico. Cosa desideri ottenere con quell’articolo? Vuoi educare gli utenti sulle funzionalità dei tuoi prodotti? Desideri convincerli a chiudere la compravendita? O ancora, vuoi semplicemente informarli su aspetti salienti della tua filosofia o sulle novità del tuo business?

4. Crea una strategia SEO

Dovrai prevedere una chiara strategia di Search Engine Optimization non solo nel momento della strutturazione del tuo sito web, ma anche quando ti approcci alla stesura di un singolo testo da pubblicare sul tuo blog. Ovviamente la tua SEO strategy dovrà essere coordinata e seguire un unico filo conduttore in ogni area del tuo website.

Prima di iniziare a scrivere il tuo articolo, dedica del tempo a un’approfondita keyword research, per individuare le parole chiave più attinenti all’argomento da trattare e verificarne i reali volumi di ricerca, un indicatore fondamentale per capire se il topic che hai scelto incontra davvero gli interessi di chi naviga in rete. Presta molta attenzione a questo step, perché da esso dipenderà il posizionamento del tuo articolo sul web

Una volta scelto il tuo set di parole chiave, dovrai cercare di inserirle nel testo nella maniera più naturale possibile, considerando anche di includere le tue keywords più rilevanti all’interno del tuo titolo H1 e dei titoli dei sottoparagrafi (H2, H3, etc). Una buona strategia SEO prevede anche di sfruttare altre aree del contenuto per il posizionamento di parole chiave di interesse, come ad esempio il title, l’alt tag delle tue immagini o gli anchor text dei tuoi link interni o esterni.

Come puoi capire, la SEO è una materia decisamente complessa: si tratta infatti di una delle attività per cui più frequentemente il CA Team riceve richieste di supporto dai clienti e per la quale disponiamo di specialisti digitali formati e costantemente aggiornati.

5. Hai già scelto il tuo Tone of Voice?

Una delle decisioni più complesse ma decisive per la costruzione dei tuoi contenuti online è quella che riguarda il tono di voce che desideri dare alla tua comunicazione. Quando parli al pubblico attraverso i tuoi canali online lo fai infatti proponendo di te (o del tuo brand) una personalità ben definita. Il Tone of Voice (o TOV) dovrebbe essere coerente con le scelte che hai adottato per costruire la tua identità di brand e in linea con il carattere che hai dato alla tua proposta.

Quando scrivi un articolo, l’idea migliore è quella di immedesimarti sempre nella filosofia che guida il tuo business, nella sua storia e nelle sue atmosfere, in modo da produrre testi che risuonino con la stessa visione e con gli stessi valori chiave. Puoi decidere di essere informale o tecnico, spiritoso o estremamente serio, professionale o sbarazzino: tutto dipende da come hai impostato la tua brand identity. 

Un consiglio generale è comunque quello di adottare, online, uno stile di scrittura semplice e chiaro, utilizzando frasi brevi e di facile comprensione, in modo da arrivare dritto ai tuoi utenti senza diluire il tuo discorso e senza incomprensioni. 

6. Sai cosa vuole l’utente?

Parlare dal punto di vista del tuo business è fondamentale, ma non dovrai mai dimenticarti che il focus di ogni blog post è il cliente che legge! Quando inizi a premere le dita sulla tastiera ricordati sempre di guardare alla tua azienda e ai tuoi prodotti con gli occhi di un potenziale cliente. Non considerare solamente cosa tu vorresti trasmettere, ma tieni sempre conto di ciò che i tuoi lettori vorrebbero sentirsi dire.

Una tattica efficace per arrivare al risultato è quella di creare delle buyer personas, ossia rappresentazioni fittizie, ma quanto più realistiche possibile, dei tuoi utenti-tipo: chi sono, che lavoro fanno, quanti anni hanno, dove lavorano, quali sono le loro competenze, quali sono le loro esigenze, quali le loro abitudini di acquisto? Dare un volto e un nome a ogni visitatore del tuo blog ti aiuterà a direzionare la tua scrittura e a renderla più empatica.

7. Formatta il tuo testo 

Quando scrivi per il web è essenziale evitare i cosiddetti “muri di testo”, monotoni e illeggibili, suddividendo invece l’articolo in paragrafi più corti che facilitano enormemente la lettura sullo schermo di PC, tablet o smartphone. Non utilizzare mai il giustificato, ma allinea il testo a sinistra e ricordati di inserire dei grassetti sulle parti più rilevanti del tuo testo: l’idea è quella che, anche leggendo solamente le parole evidenziate, il lettore possa farsi un’idea del contenuto dell’articolo.

Usa elenchi puntati per incrementare la fruibilità del tuo blog post e scegli un font che non affatichi l’occhio del visitatore. Prediligi quelli senza grazie, più indicati per la lettura su monitor e opta per il nero su bianco, senza lanciarti in combinazioni di tinte creative ma non adatte al web. L’uso del sottolineato è tendenzialmente da riservare ai link, che dovranno risaltare nel testo grazie all’uso di un colore differente dal resto delle parole.  

8. Aggiungi elementi visuali 

L’inserimento in un blog post di immagini, infografiche, tabelle e simili è molto efficace per mantenere alta l’attenzione del lettore. Le immagini infatti spezzano ulteriormente il testo, possono fornire spiegazioni sul suo contenuto, rendendo inoltre graficamente più piacevole l’intero articolo.

L’importante è non di inserire immagini eccessivamente pesanti che rallenterebbero il caricamento della pagina. Ricordati anche di rinominare ogni immagine prima di caricarla, usando preferibilmente parole chiave attinenti all’argomento trattato. Sfrutta inoltre l’elemento tag alt (testo alternativo): i tag alt text descrivono il contenuto dell’immagine e, oltre a favorire chi usa screen readers, aiutano anche i bot dei motori di ricerca a interpretare correttamente i tuoi elementi visuali, favorendo l’indicizzazione e il posizionamento del blog post.

9. Revisiona il tuo articolo 

Un blog post ben scritto dev’essere anche accuratamente revisionato e privo di errori. Un articolo denso di refusi o elaborato con una grammatica scorretta e una sintassi traballante non farà di certo una buona impressione sui lettori. Inoltre, proporre sul tuo blog un testo pubblicato di fretta è indice di scarsa attenzione verso i tuoi potenziali clienti, un aspetto certamente non apprezzato da chi si avvicina alla tua azienda.  

Una volta conclusa la stesura del testo rileggilo quindi più volte con estrema attenzione e utilizza qualcuno degli strumenti di controllo ortografico e grammaticale che trovi sia all’interno dei programmi di scrittura, sia online. Prova inoltre a lasciare in stand by l’articolo e rileggerlo qualche ora o qualche giorno dopo: ti sarà più facile scovare eventuali errori o incongruenze anche a livello contenutistico.

Imparare a gestire il tuo blog ti sarà incredibilmente utile per offrire visibilità online e autorevolezza al tuo brand, migliorando le tue prestazioni digitali. Vuoi un supporto professionale nella gestione dei tuoi articoli e del tuo piano editoriale? Contatta gli esperti del CA Team!

    Non perdere tempo prezioso!

    Entra subito nel vivo nel processo Business 2 Performance: prenota una consulenza iniziale con la nostra Key Account e scopri in pochi minuti se siamo il partner digitale che stai cercando.

      Iscriviti alla
      CA Letter!

      Una raccolta di news, consigli professionali e aggiornamenti indispensabili per chiunque si affacci all’universo digitale. Attenzione: è riservata a chi ha scelto di muovere il primo passo per fare la differenza.

      Call strategica
      di 30 minuti

      CHIARA RIVETTI

      Consulente digitale
      e Key Account

      •  Tempo di chiamata: 30 minuti
      •  Scopo: concretizzare i tuoi obiettivi

      Questa call fa per te se…

      Vuoi capire quali sono le priorità operative da seguire per entrare nel mondo digitale e performare il tuo business.
      Insieme a Chiara approfondirai le logiche digitali che guidato il settore in cui opera la tua azienda B2B e gli obiettivi che puoi raggiungere. A fine chiamata capirai se il metodo B2P è quello che stai davvero cercando.