Data AnalysisCome scrivere un articolo per un blog?

Come scrivere un articolo per un blog?

Sono in molti a domandarsi se valga ancora la pena, oggi, aprire un blog e investire tempo ed energie per coltivarlo e arricchirlo di contenuti. Per quanto qualcuno si ostini a pensare che sia uno strumento ormai defunto del marketing online, in realtà un blog ben curato ha un’importanza sorprendentemente elevata.

Che tu sia un professionista che ha deciso di aprire un sito vetrina e fare personal branding, oppure un’azienda che desidera integrare al suo sito web un corporate blog, imparare a curare nella maniera corretta il tuo spazio online darà un forte valore aggiunto l tuo progetto digitale.

Un blog, infatti, ti consente di lavorare efficacemente sul posizionamento del tuo brand online e conquistare maggiore visibilità, nonché condividere informazioni e news o di educare i tuoi utenti all’utilizzo dei tuoi prodotti o servizi. Il traffico generato dai tuoi articoli può poi facilmente trasformarsi in conversioni e nuovi clienti, con positive conseguenze per il tuo business.

Gestire uno spazio web però non è così facile come sembra e scrivere un articolo per il tuo blog che sia efficace e accattivante è un obiettivo che richiede strategia e qualche competenza specifica. Un blog ben fatto può però diventare un vero asset per il tuo brand o la tua impresa: quindi, come scrivere articoli che facciano la differenza?

Scrivere un articolo efficace per un blog: i passaggi chiave

Il processo di scrittura per il web è articolato, nonché personale: non tutti infatti scrivono allo stesso modo e ognuno ha modalità differenti di approcciarsi alla scrittura dei suoi blog post. In ogni caso, se si desidera procedere in maniera ordinata e puntuale dal punto zero, alla conquista del tasto “Pubblica” è bene passare attraverso alcuni passaggi essenziali.[/vc_column_text][vc_column_text]

Quali sono le 4 tappe per scrivere un articolo per il tuo blog, che sia ben strutturato e utile?  

  1. Pianifica il tuo lavoro
  2. Realizza l’articolo
  3. Ottimizza l’articolo per la SEO
  4. Controlla e pubblica

[/vc_column_text][vc_column_text]

1) Pianifica il tuo lavoro

Se gestisci un business sai già quanto un’adeguata pianificazione sia la base di partenza di qualsiasi tipo di progetto e la scrittura di un testo per il web non fa differenza: pianificare puntualmente il tuo lavoro ti consente di risparmiare tempo e procedere con le idee chiare. In ambito blog pianificare può tradursi in due fasi essenziali: la raccolta del materiale per la stesura dell’articolo e la ricerca delle parole chiave più in linea con l’argomento da trattare, con il filo conduttore generale del tuo blog e con i più recenti trend di settore.

Un’accurata fase di ricerca informazioni e dati è fondamentale, specialmente quando ti trovi a produrre un testo tecnico o particolarmente complesso. Procedere in maniera spannometrica non è un metodo vincente e, per quanto un blog possa essere considerato uno spazio per così dire “personale”, bisogna tenere conto del fatto che pubblicare contenuti online richieda un certo grado di responsabilità: l’uso di fonti affidabili e il controllo meticoloso di ogni informazione fanno parte del bagaglio di un professionista serio ed eticamente corretto nei confronti dei suoi lettori e dei suoi clienti.

La ricerca delle parole chiave è poi il cuore pulsante dell’intera scrittura online. Ottimizzare un contenuto per il web significa renderlo facilmente intercettabile dai motori di ricerca e concretamente utile per gli utenti che lo leggeranno: fare un’approfondita keyword research (o, più semplicemente, una ricerca di parole chiave) è il metodo giusto per costruire contenuti vincenti. Sono numerosi i software, i siti e le piattaforme che possono aiutarti nelle ricerche e consultarli ti consentirà di raggiungere diversi risultati.

Potrai ad esempio capire attorno a quali parole chiave costruire il tuo contenuto e sapere quali sono i topic più ricercati del momento, ma avrai anche molto più chiaro cosa cercano gli utenti in rete e come lo cercano. Potrai così costruire una mappa completa non solo del singolo articolo, ma anche della linea editoriale generale del tuo blog: questa attività infatti è cruciale per riuscire a stendere il famoso piano editoriale di cui tutti parlano e avere ben definito nella tua mente non soltanto l’argomento del prossimo articolo, bensì i topic da trattare per le successive settimane o addirittura per i prossimi mesi.

2) Realizza l’articolo

Una volta individuato il tuo argomento e collezionate le informazioni e le parole chiave che ti occorrono per realizzare il testo, non ti resta che…scrivere! In questo senso, non esistono strategie giuste o sbagliate per arrivare all’obiettivo e i processi creativi sono strettamente soggettivi.

I consigli per la stesura di un buon testo per il web in ogni caso suggeriscono da un lato di coinvolgere il lettore con blog posts accattivanti, ma dall’altro anche di mantenere gli articoli semplici e lineari: nessuno insomma apre un sito web per leggere le terzine della Divina Commedia.

Fondamentale è anche formattare il testo in maniera adeguata in modo che risulti leggibile dallo schermo di un PC, di un tablet o di uno smartphone. Gli utenti oggi non leggono i testi, bensì li scansionano con estrema rapidità ed è importante quindi che siano guidati nella fruizione fluida degli articoli.

No assoluto quindi ai blocchi di testo e sì alla creazione di paragrafi e sottoparagrafi, grassetti ed elenchi puntati che rendano l’articolo più leggibile. Via libera anche a spazi, font chiari e colori minimal.

Immagini e grafiche contribuiscono enormemente a rendere piacevole un testo web, poiché spezzano i contenuti e rafforzano i concetti espressi: fanne buon uso e abbi sempre un occhio di riguardo per la qualità.

3) Ottimizza l’articolo per la SEO

L’ottimizzazione SEO, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca, parte dalla keyword research vista in precedenza e punta a inserire alcuni elementi chiave nel tuo articolo, che ne facilitino la lettura da parte dei robot di Google e affini e ne favoriscano quindi il posizionamento nelle prime posizioni della SERP (la pagina dei risultati di ricerca).

Dovrai prestare estrema attenzione quindi alla scelta del titolo H1, ma anche dei sottoparagrafi H2, H3 e via discorrendo: essi dovranno essere in grado di suscitare interesse nel potenziale lettore, ma anche funzionali alla SEO e organizzati secondo una buona logica di lettura. Title e description dovranno essere studiate a dovere, con una buona distribuzione di parole chiave e, inoltre, una grande importanza in ottica SEO è rivestita anche dai link, che siano interni o esterni al tuo blog.

Ricordati poi sempre di porre particolare cura alla versione mobile dei tuoi spazi web, che si tratti del tuo sito, del tuo corporate blog o del tuo blog personale, poiché il funzionamento ottimale da dispositivi mobile è considerato un fattore di enorme importanza per l’ottimizzazione SEO.

E la lunghezza? Nonostante qualcuno dica che un articolo per essere perfetto debba essere di minimo 300/500/1000 parole (ognuno ha la sua opinione in merito) la verità è solo una: dipende.  Il numero di parole dev’essere proporzionale a ciò che vuoi o devi comunicare ai tuoi lettori: contenuti corposi e approfonditi sono considerati utili per gli utenti e, di conseguenza, ben visti da Google. L’importante è non riempire i tuoi testi di ripetizioni o concetti ridondanti che servono solo ad annacquare l’articolo e non hanno concreta utilità.

Il concetto di ottimizzazione per i motori di ricerca generalmente scatena qualche momento di panico tra i non addetti ai lavori, ma non temere: esistono strumenti che possono aiutarti nell’impresa (come Yoast o Rank Math, installabili su WordPress), ma soprattutto esistono professionisti specializzati in questa delicata materia che sono pronti a supportarti nella creazione del tuo blog e nel suo posizionamento online!

4) Controlla e pubblica

L’ultima fase, non trascurabile, che dovrai attraversare per scrivere un articolo per un blog è la sua rilettura. A nessuno piace infatti leggere testi pieni di errori grammaticali e ortografici, né testi che peccano di logica e ritmo: se, nell’ultimo check del tuo articolo, ti accorgi che qualcosa non funziona, non aver timore a fare qualche taglio, aggiunta o revisione che possa rendere il testo più chiaro e coerente con ciò che volevi esprimere.Un consiglio? Lascia passare un po’ di tempo tra la scrittura e la rilettura del tuo pezzo o, ancor meglio, fai leggere il tuo blog post da una persona esterna che possa cogliere al volo eventuali refusi o errori nascosti nel testo.

Come fare per essere sicuro che il tuo blog abbia le carte in regola per essere vincente e per esercitare il giusto appeal sui tuoi lettori (e potenziali clienti)?
Potresti ad esempio richiedere un check up da parte di un esperto di comunicazione, che sappia orientarti nelle giuste scelte preliminari e seguirti lungo tutto il processo di creazione dei tuoi contenuti.

Curioso di sapere di più su questa opportunità?
Scopri il nostro servizio![vc_column width=”1/2″ el_class=”truffarella” css=”.vc_custom_1626707918487{padding-top: 40px !important;padding-right: 35px !important;padding-bottom: 40px !important;padding-left: 35px !important;}”][

Ti abbiamo convinto?

Mettiamoci in contatto!

Contattaci subito, per capire se il nostro approccio dei nostri digital advisors è audace al punto giusto per condurti verso i risultati che stavi cercando. Trasforma i tuoi canali digitali in un vero asset e inizia a collezionare risultati possibili!

    Sede principale

    Sede legale

    Casalecchio di Reno - Bologna